Scrittura

penna.jpgIl processo di scrittura nasce sempre da un’esigenza personale, una voce intima che chiede di uscire ed essere ascoltata, prima di tutto dall’autore stesso. È così che ho cominciato a scrivere, seguendo il filo di questa necessità interiore che mi aiutava a scavare nel profondo, visitando luoghi e tempi nel momento in cui gli stessi erano pronti a riemergere. Ascolto sempre i miei ritmi quando scrivo, cercando di affidare alla parola scritta il compito di descrivere la dimensione immaginativa del pensiero.

Nella categoria Scrittura sono riportate tutte le mie esperienze letterarie, pubblicate e inedite.

2 pensieri riguardo “Scrittura

  • 4 giugno 2008 in 20:02
    Permalink

    ‘perchè leggere è scrivere, il soltanto lettore è un fuoritema.’ Carmelo Bene

    Risposta
  • 19 gennaio 2012 in 11:10
    Permalink

    Scrivere è venir visitati. E, a volte, chi o cosa bussa non ha nemmeno la pazienza di attendere una risposta, tanto che il bussare si fa insistente e scardina.
    C’è un insopprimibile che urge di essere espresso, visto in parola, calato nell’inchiostro che scivola, spesso perdendo gli accenti, o si impunta granitico in un verbo.
    Temo che a scrivere si sia sempre in almeno due.

    Risposta

Lascia un commento