La natura ama nascondersi – Armonia quantistica


La natura ama nascondersi (Eraclito, fr. 116 = DK, 22 B 123). Questo frammento di Eraclito appare ancor più pertinente se analizziamo il comportamento della natura nei suoi più intimi aspetti particellari e ondulatori, secondo le leggi della Fisica Quantistica.

L’osservazione dei fenomeni della natura a tali livelli – infatti – non è consentita nella sua completezza. Non è possibile conoscere la posizione e la velocità di un elettrone in uno stesso istante: solo una delle due grandezze può essere nota, mentre l’altra è protetta dal principio di indeterminazione di Werner Heisenberg[1].

È come se la natura, osservata nelle sue componenti più elementari, si ritraesse allo sguardo con timida pudicizia. E a noi non rimane altro che ipotizzare il valore delle sue grandezze fisiche attraverso una nuvola di probabilità che ci viene fornita dalle soluzioni dell’equazione di Schroedinger[2].

Ma se transitiamo il nostro sguardo dall’infinitamente piccolo alla realtà quotidiana, vediamo che la natura è tutt’altro che timida. Si presenta a noi nelle sue forme più affascinanti con forza, bellezza e maestosità. Nel filmato Armonia Quantistica[3] possiamo apprezzare come uomini, animali e cose di questo mondo macroscopico risuonino come un insieme di strumenti musicali all’unisono, in perfetta armonia della materia e della psiche, per partecipare a un’unica immagine cosmica.

.

[1] – http://it.wikipedia.org/wiki/Principio_di_indeterminazione_di_Heisenberg
[2] – http://it.wikipedia.org/wiki/Funzione_d%27onda
[3] – http://vimeo.com/30424806

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: